Condividi

Scordia Pulita - Montalto Sindaco - Scordia Bene ComuneScordia non è mai stato un paese così sporco! L’immondizia ormai invade ogni angolo delle nostre strade, le piazze sono sommerse dai rifiuti, troppe aree periferiche sono ormai discariche a cielo aperto ed un sistema di raccolta disorganizzato ed inefficace rischia di compromettere anche i risultati della raccolta differenziata.

La gestione dei rifiuti ha rappresentato inoltre, in questi anni, il nuovo orizzonte affaristico della criminalità organizzata e di un ceto politico ed imprenditoriale, corrotto e senza scrupoli, che a Scordia ha truffato il Comune e tutta la nostra comunità.

I responsabili di Kalat Ambiente e della ditta Agesp, sono accusati di aver rubato le risorse di tutte e tutti noi e di aver messo gravemente in pericolo l’ambiente, la salute dei lavoratori e l’attività economica di tanti agricoltori, distribuendo compost altamente tossico.

Ancora una volta, inoltre, sono emerse le gravissime responsabilità di chi ha amministrato Scordia e di tutti gli organi di controllo competenti, e l’assoluto fallimento delle politiche di privatizzazione dei servizi comunali che hanno prodotto costi più alti per i cittadini, servizi scadenti e nuovi contesti di corruzione diffusa.

Il nostro obiettivo è quindi innanzitutto quello di bloccare il malaffare, la corruzione, gli inganni alla nostra cittadinanza, convinta di avere una percentuale di raccolta differenziata pari al falso dato del 75% e di tornare ad una ripubblicizzazione della raccolta e della gestione dei rifiuti.

Annunciamo inoltre che la nostra Amministrazione si costituirà parte civile nel processo contro i vertici di Kalat Ambiente e dell’Agesp.

Ancor più, il nostro obiettivo è quello di ripulire Scordia garantendo finalmente lo spazzamento delle strade e delle piazze; aumentando, migliorando e perfezionando la raccolta differenziata con l’obiettivo di raggiungere realmente il 100%; riorganizzando il sistema di raccolta porta a porta che va intensificato e realizzato in fasce orarie che consentano di evitare la sosta notturna davanti le abitazioni dei rifiuti che vengono assaltati dai cani randagi; dotando la cittadinanza di appositi contenitori per effettuare correttamente la differenziata; prevedendo il posizionamento di minicompattatori in aree strategiche; munendo le piazzette e le aree d’incontro di appositi cestini e dislocando contenitori per la differenziata nelle zone periferiche, per eliminare quell’immondizia che oggi deturpa il nostro ambiente e il nostro paesaggio, garantendo sempre la massima vigilanza per prevenire l’accumulo indecente di rifiuti indifferenziati in ogni zona del paese .

Sarà inoltre necessario aumentare il numero del personale impiegato presso l’isola ecologica per garantire l’aumento degli orari di apertura, e ridefinire i termini del contratto d’appalto con la ditta che gestirà i servizi fino ad ora affidati all’Agesp, con la necessità di coniugare risparmio e servizi eccellenti per i cittadini, ribadendo l’imprescindibile obiettivo di una progressiva ripubblicizzazione del servizio di gestione dei rifiuti.

La vera scommessa della nostra amministrazione sarà tuttavia quella della prevenzione e il nostro vero obiettivo è Scordia Rifiuti Zero. Per questo punteremo a prevenire la produzione di rifiuti promuovendo politiche di riciclo e riuso e migliorando i risultati della raccolta differenziata intensificando il porta a porta; redigendo un piano di prevenzione della produzione dei rifiuti ed inserendo un piano del compostaggio domestico e di quello collettivo.

In particolare il compostaggio domestico è una pratica molto utile che consente di trasformare gli scarti umidi delle nostre cucine e gli scarti dei nostri giardini in un ottimo terriccio: Il Compost.

Incentivare il compostaggio domestico significa ridurre a monte i rifiuti urbani, creare un effetto volano sulle altre raccolte differenziate e prevenire gli effetti nocivi delle discariche. Ci impegneremo pertanto alla redazione della delibera comunale sul compostaggio domestico, all’istituzione dell’albo dei compostatori, alla realizzazione di una campagna informativa sul compostaggio domestico, alla ricerca della possibilità di dotare la cittadinanza di composter e ad avviare una campagna di compostaggio collettivo nelle aree verdi e nei terreni di proprietà comunale.

Studieremo inoltre tecniche premiali per i cittadini virtuosi che collaboreranno con noi per una Scordia pulita.

In particolare immaginiamo la creazione di una corrispondenza diretta tra tutti gli utenti e la loro tariffazione del servizio di igiene urbana puntando a tariffe direttamente proporzionali alla quantità e alla tipologia dei rifiuti prodotti. Sarà nostra cura prevedere altresì la possibilità per i cittadini che consegnano direttamente i loro rifiuti differenziati al centro di raccolta, di usufruire di uno sconto sulla Tares in modo da far corrispondere ad un risparmio di spesa per il Comune un vantaggio economico per il cittadino.

Infine facciamo appello alla nostra comunità perché solo attraverso un’assunzione di responsabilità collettiva e il recupero di un vero senso civico, potremo vivere finalmente in una Scordia veramente pulita.