Condividi

consiglio comunale aperto per il 3 luglio-page-001

Su proposta del consigliere comunale di Scordia Bene Comune e Rifondazione Comunista, Guido Rizzo, è stato convocato un consiglio comunale aperto alla cittadinanza per il 3 luglio alle ore 18.00 presso l’Aula consiliare Angela Cavalli.
All’ordine del giorno la gestione del Cara e le problematiche che ne conseguono, anche in vista degli importanti risvolti scaturiti dalle indagini legate anche a Mafia Capitale.
La richiesta di un consiglio comunale aperto è stata discussa nel consiglio comunale del 21/05/2015, quando è stata inizialmente bocciata la mozione di indirizzo n° 4143 del 07/04/2015 presentata dal consigliere comunale Rizzo Giuseppe avente ad oggetto: “Calatino Terra di Accoglienza” che interessa il Cara di Mineo.  A votarla favorevole soltanto l’intera opposizione, mentre la maggioranza si è astenuta.
Dopodichè il consigliere ha chiesto 5 minuti di sospensione per preparare il nuovo ordine del giorno sulla richiesta di un consiglio comunale aperto alla città. L’argomento è stato introdotto e votato all’unanimità dei presenti.
Tra gli invitati, i rappresentanti istituzionali dei paesi limitrofi e di quelli facenti parte del Consorzio del Calatino, come i sindaci, assessori, presidenti del consiglio e consiglieri comunali, ma anche deputati nazionali, rappresentanti di associazioni  per l’integrazione e rappresentanti politici.
L’evento è stato fortemente voluto dal movimento politico, che aveva anticipato di qualche settimana l’esito delle indagini che ha visto coinvolti il sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione, organizzatore della gara d’appalto. Avvisi di garanzia anche per il sindaco di Mineo, Anna Aloisi; per Luca Odevaine, capo del Coordinamento nazionale sull’accoglienza per i richiedenti asilo del ministero dell’Interno, arrestato a novembre; per il presidente del Consorzio Sol Calatino Paolo Ragusa; e per il direttore del centro, Giovanni Ferrera.
I promotori, Sbc e Prc, avrebbero gradito una location diversa, per avere un contatto diretto con la cittadinanza, ma l’Amministrazione ha preferito, per comodità, organizzarlo nella Sala consiliare.

Ecco il link della delibera di Consiglio comunale:
http://www.comune.scordia.ct.it/delibere%20di%20consiglio/delibere/CC482015.pdf